­

Il comitato europeo per la protezione dei dati ha diramato nel mese di settembre 2020 un importante strumento che potrebbe aiutare l’interprete nella corretta individuazione dei “ruoli privacy” in materia di videosorveglianza urbana integrata. Si tratta delle linee guida sui concetti di titolare e responsabile del trattamento aggiornati alla riforma europea della privacy. In attesa della versione definitiva del testo, spunti importanti possono essere ricavati in materia di contitolarità. In particolare si segnala il paragrafo 3.2.2.1 che allarga l’ipotesi di contitolarità anche agli enti che non perseguono esattamente le stesse finalità purché le stesse siano convergenti ma con impatto tangibile e inestricabile. Queste nuove complesse indicazioni potrebbero aiutare l’interprete e i responsabili della protezione dei dati a comprendere meglio come organizzare gli accordi tra polizia locale e forze di polizia dello stato in materia di utilizzo condiviso della stessa infrastruttura. Nel frattempo però meglio sempre tenere anche presente il paragrafo 4.6 e 5 del provvedimento generale del Garante italiano 2010 in materia di videosorveglianza laddove lo stesso evidenzia che i titolari autonomi del trattamento possono utilizzare le medesime infrastrutture tecnologiche senza troppe formalità. Ma in mancanza di indicazioni dell’Autorità nazionale sull’attualità di questo provvedimento, ormai datato, ogni ipotesi resta teoricamente possibile: polizia locale e altre forze di polizia titolari autonomi che usano la stessa infrastruttura oppure contitolari con finalità diverse ma convergenti. Alla luce delle linee guida le ipotesi di autonoma titolarità risultano sempre più limitate e circoscritte. Quindi la nuova stagione degli accordi interforze sembra necessariamente orientata alla contitolarità diffusa. Ma il processo di revisione e aggiornamento degli accordi sarà necessariamente lungo e complesso.

Stefano Manzelli direttore del progetto di ricerca www.sicurezzaurbana.it

Finanziamento ministeriale

Tutta la documentazione richiesta e le indicazioni del Ministero dell'Interno per la predisposizione del bando in scadenza il 15 ottobre sul sito della Polizia di Stato